Italiano
+38 068 889 89 89
00380689869898 (汉语)
00380930552240 (باللغة العربية)
00380930552240 (باللغة العربية)
+38 068 889 89 89
Formulario informativo

Our licences

Trattamento dei pazienti con la forma progressiva secondaria della SM

Abbiamo osservato 11 persone con la forma progressiva secondaria della sclerosi mutipla. Tra loro erano 6 donne e 5 uomini. L’età dei malati – dal 17 fino a 38 anni, una media di 31,4±4,32 anni. Percorso della malattia dal momento una volta fatta la diagnosi fino al momento dell’inizio della terapia– da 1 fino a 5,5 anni (in una media 2,96±0,24 anni). Nei malati di questa categoria nell’intervallo tra le ricadute e nei periodi di remissione è stata osservata una stabile progressione della sintomatica neurologica. 4 malati avevano una stabile invalidizzazione e si muovevano con l’aiuto di carrozzine per invalidi.

La valutazione dei sintomi clinici nei malati è stata eseguita sulla base della scala di 4 punti: 0 – l’assenza del segno, 1 – segno manifestato in maniera irrilevante, 2 – segno manifestato in maniera moderata, 3 – in maniera rilevante, 4 – manifestazione estrema del segno. Nella tabella è riportato il valore medio del segno, pertinente ai malati, espresso in punti, nonché ci viene indicato il numero di tali malati (N). La valutazione è stata eseguita nel corso della fase di remissione.

Tutti i malati hanno sopportato bene il trapianto delle cellule staminali embrionali. La sindrome di miglioramenti post trapianto precoci è stata osservata nei 7 pazienti (63,6%).

Tabella 1. Caratteristica clinica dei malati con la forma progressiva secondari della SM (n=11)

Sintomo

N
Manifestazione del segno, punti (0–4)
Prima di
trapianto
Dopo il trapianto, anni
1 2 3 4
Sintomi piramidali: 8          
spasticità 5 3 3 2 2 1
aumento dei riflessi profondi 7 3 3 2 2 2–1
diminuzione dei riflessi addominali superficiali 7 3 2 2 2 2–1
riflessi patologici del gruppo estensorio del piede 5 3–2 2 2 2 2
Sintomi oftalmologi: 8          
neurite del nervo ottico 6 3 3–2 2 2 2–1
diplopia 5 3 2 2 2–1 1
nistagmo 5 3 2–1 1 0 0
difficoltà di convergenza 4 3 2–1 0 0 0
Disturbi di sensabiltà: 8          
parastesie 6 4–3 3–2 2 2 2–1
iperstesie 3 2 2–1 2–1 1 1
ipoestesie 2 2 2–1 2–1 1 1
Atassia 4 4–3 2 2 2 2
Test di coordinazione motoria 5 3–2 2 2–1 2–1 1
Disartria 4 3 3–2 3–2 2 2
Disfagia 2 2 2 1 1 1
Debolezza negli arti 7 3 2 2–1 1 1
Stanchezza 8 3–2 2 2 1 1
Disturbi mentali: 9          
peggioramento della memoria 7 3–2 2 2 1 1
diminuzione dell’attenzione 5 3 2 2 1 1
trattamento dell’informazione
rallentato
5 2 2–1 2–1 1 1
Depressione 6 3 2 1 1 1
Vertigine e vomito 2 3–2 1 0 0 0

In generale, si può notare, che nei malati di questa categoria, in media, è stata osservata la rilevante manifestazione dei principali sintomi all’inizio del trattamento, nonché è stato notato il fatto, che la loro resistenza alla terapia eseguita era più rilevante in paragone a quella della categoria avente la forma remittente, benché la dinamica positiva esplicita sia stata osservata in tutte le manifestazioni della malattia.

L’efficacia della terapia per i diversi sintomi era differente ed era notato il principio uguale a quello usato per la categoria avente la forma remittente: la terapia aveva dei risultati migliori con i sintomi oftalmologi, con i disturbi emozionali e mentali (nel corso del primo anno), e dei risultati peggiori – con i disturbi spinali e quelli di cervelletto.

Nei malati di questa categoria nel corso del periodo di osservazione (da 1 fino a 4 anni) non sono state notate le acuzie oppure la progressione conseguente della malattia.

Basandosi sui dati della tomografia RM, è stata registrata la diminuzione del numero dei focolai contrastati da gadolinio del 48%, la diminuzione dei volumi dei focolai del 44%, si è diminuita l’incidenza dei focolai esaminati in regime Т2.

Fetal stem cells treatment results depend on: disease's severity, age of the patient, adherence for the medications and regime. Treatment results, presented on this site, are individual for each clinical case.