Italiano
+38 068 889 89 89
00380689869898 (汉语)
00380930552240 (باللغة العربية)
00380930552240 (باللغة العربية)
+38 068 889 89 89
Formulario informativo

Our licences

Trattamento del diabete mellito di II tipo, decorso di gravità media

La paziente Kh. V.N., anno di nascita 1944, ha effettuato il trattamento in Clinica EmCell.

Diagnosi: Diabete mellito di II tipo di gravità media in fase di sottocompensazione. Sindrome climaterica.
All’arrivo accusava: indebolimento, xerostomia, cefalgia, vertigine, abbassamento della capacità lavorativa, "afflussi" con brivido, petecchie, palpitazione frequente, sudorazione, urinazione frequente ed abbondante alla fine di ogni crisi.

I sintomi sopraindicati hanno cominciato con il disturbo del ciclo mestruale e vengono osservati già da due anni. La menopausa ha durato un anno. Il diabete mellito insulinodipendente è stato diagnosticato un anno fa. Prima la paziente correggeva il livello di glucosio con l’aiuto della dieta, poi ha cominciato a prendere la glipizide (dose giornaliera – fino a 20 mg), ma questo preparato è risultato inefficiente e non è riuscita a raggiungere la compensazione, perciò è stato annullato, e le è stato prescritto il glibenclamida (dose giornaliera – 10 mg). Nel corso dell’ultimo mese la paziente preso il propranololo (dose giornaliera – 60 mg).
All’arrivo: glucosio del sangue – 8,4–9,3–11,5–7,4 mmol/l, glucosuria – 10 g/l. Nel resto, gli indici del sangue, delle urine e gli indici biochimici del sangue sono nei limiti della norma.

Elettrocardiogramma: Ritmo sinusale, alterazioni del miocardio di grado medio.
All’esame: La cute e le mucose visibili sono pulite. Polso: 74/min, ritmico, pressione arteriosa: 130/90 mm Hg. I toni cardiaci sono sonori, ritmici, la melodia del cuore è senza particolarità. Sopra i polmoni il suono percutorio è chiaro. Alla palpazione l’addome è molle, indolore. Il fegato si sporge di 1 cm al di là del margine dell’arco costale, il suo margine e molle, indolore. La milza non è aumentata. I segmenti degli intestini hanno le proprietà solite.

Trapianto della sospensione contenente le cellule staminali fetali, campione 3038C372 per fleboclisi a goccia nel volume di 2 ml; quantità di cellule – 38,7x106/ml; CFU-GM – 31x103/ml; CFU-GEMM – 17,3x103/ml, CD34+ – 6,2x106/ml.

La paziente ha sopportato il trapianto in un modo soddisfacente, ha notato i miglioramenti subito dopo il trattamento: le crisi di cefalgia hanno finito, la palpitazione si è normalizzata. Nel corso della prima settimana dopo il trattamento si osservava una certa elevazione del livello di glucosio del sangue. Due settimane dopo il trattamento la compensazione si otteneva secondo lo schema prescritto prima (glibenclamida – 10 mg/giorno). Un mese dopo la dose giornaliera del preparato è stata abbassata fino a 5 mg con un controllo meticoloso della glicemia. Nel corso dei 7 mesi successivi si osservava la compensazione del metabolismo dei carboidrati (glicemia – 5,4–10,2 mmol/l, la glucosuria non si osservava), la normalizzazione della pressione arteriosa sullo sfondo dell’annullamento dei preparati ipoglicemici ed ipotensivi. Le crisi vascolari non sono state registrate.


Fetal stem cells treatment results depend on: disease's severity, age of the patient, adherence for the medications and regime. Treatment results, presented on this site, are individual for each clinical case.