Italiano
+38 068 889 89 89
00380689869898 (汉语)
00380930552240 (باللغة العربية)
00380930552240 (باللغة العربية)
+38 068 889 89 89
Formulario informativo

Our licences

Paziente G.O. dal Canada

Paziente: G.O.
Età: 14 anni
Sesso: maschile
Paese: Canada
Diagnosi: autismo
Date del trattamento: 21-22 maggio 2012

Quattro mesi dopo il trattamento, abbiamo ricevuto questa lettera dalla madre del paziente:

Buongiorno,

G. ha ora 14 anni, è alto 6 piedi e 8 pollici. Abbiamo avuto il piacere di visitare EmCell insieme all’amica V.B. e suo figlio M. a maggio 2012. Sono passati 4 mesi dopo il trattamento.

Il giorno dopo il trattamento con cellule staminali, come nei 10 giorni successivi, G. era per tutto il tempo un po’ assorto, il ché era un presagio dello sviluppo positivo degli eventi, e poi, grazie al fattore di crescita, come hanno detto i medici di EmCell.

Batteva le mani e non utilizzava la comunicazione verbale (di solito, emette alcuni suoni/parole, ma il giorno in cui i medici l’hanno esaminato, era seduto e batteva le mani, ed io rispondevo alle domande dei medici). Il secondo giorno, prima del trattamento con cellule staminali, è entrato in ospedale e ha detto: "Ciao. Buongiorno. Vado in camera mia. Potreste portarmi la colazione?" (è stato divertente ed impressionante.) L'ho chiamato e gli ho detto che doveva mettere i copriscarpe.

È tornato ed ha messo da solo i copriscarpe (normalmente ha bisogno di aiuto per questo.) Ha il numero di piede 14 (troppo grande per la sua età), perciò li ha rotti, perché i copriscarpe non corrispondevano alla sua misura. Voleva andare in camera sua per il trattamento.

I medici hanno cominciato a chiedergli come si sentiva e mi hanno chiesto di togliergli la camicia per esaminarlo. Si è sdraiato sul letto e si è tolto la camicia, come se avesse sentito le parole dei medici, e io stavo in piedi guardavo mentre l’esaminavano. Ero stupita a vederlo, aveva un contatto oculare normale mentre osservava la scena al momento della visita medica ed era tutto attento.

Il giorno dopo il trattamento con cellule staminali, abbiamo prenotato una visita di Kiev e ci siamo recati alla Cattedrale di San Vladimir per ringraziare Dio. La nostra guida ci ha suggerito di entrare in chiesa senza figli, i quali sono rimasti ad aspettare vicino alla macchina. Quando sono scesa dalla macchina, G. ha detto, "Mamma, voglio entrare in chiesa." Prima non avrebbe mai detto questo. Gli ho chiesto: "Vuoi davvero entrare in chiesa?" Ha risposto che voleva entrare in chiesa, e ci siamo andati. La prima cosa che ha fatto nella chiesa: ha guardato le candele ed il soffitto e ha detto: "Mamma, guarda le luci e le candele." Guardava meravigliato intorno a lui. Era così bello vedere e sentire quello che diceva, prima non l’avrebbe mai detto, sarebbe entrato in chiesa e batterebbe le mani guardando per terra.

Durante il volo di ritorno, si è girato verso me e disse: "Mamma, quando vai a ritirare la tua macchina nuova, posso venire con te?" Effettivamente, nei primi 10 giorni dopo il ritorno a casa da Kiev, io non volevo lasciarlo solo neanche per un minuto, perché era un ragazzo tutto diverso...

Poi, lentamente, le cose sono tornate al loro stato, e lui ha cominciato a battere le mani spesso, come i medici ci avevano detto. Però...

Andava a letto prima e si addormentava più facilmente. Per tutto il tempo che mi ricordo G., aveva sempre bisogno di qualcuno che lo abbracci stringendolo, perché G. si addormenti, e con l'età ha cominciato a battere le mani e a pestare i piedi sul pavimento tra le ore 23:00 e 01:30, e niente poteva fermarlo, né una dose bassa o alta di melatonina, né la difenidramina o il Cipralex, ma dopo il trattamento a EmCell dormiva per 10 ore, talvolta si coricava alle ore 21:30, dicendo che era stanco e voleva dormire. Era davvero una buona notizia per tutti coloro che vivono nella nostra casa.

La statura di G. è più di 2 metri, quindi la cosa prima che dice la gente quando lo vede, è “Wow, com’è alto! Scommetto che gioca bene a basket!” Non faccio altro che ridere, perché G. non sa del tutto giocare a pallacanestro. Ma questo era prima del trattamento con cellule staminali.


In precedenza, era impossibile fargli cogliere la palla, e se gli chiedevano di lanciare la palla, voltava la testa e mandava la palla in rete, ma non in canestro, nemmeno nella direzione del canestro. Ora G. poteva cogliere la palla quando appena lasciava la terra, e poi, teneva la palla sopra la testa e la spediva in canestro, e ogni volta lo colpiva (non corre e non salta, perché ancora non lo sa fare nemmeno adesso, quindi non dovete pensare che è un giocatore di basket incredibile, ma ora può mandare la palla in canestro. Per tutta la vita abbiamo cercato di insegnargli a giocare a basket, ma non ci eravamo riusciti, quindi è un grande risultato.) Egli vede meglio, può concentrare meglio l’attenzione, e ha uno scopo.

Quindi, in estate G. ha continuato a battere le mani, dopodiché siamo tornati a scuola - una scuola privata per bambini con autismo pronunciato dove studiano i ragazzi di età compresa tra 12 a 18 anni. Negli ultimi 3 anni ha frequentato una classe di questo tipo.

Il primo giorno quando è venuto a scuola, gli è stato chiesto se voleva giocare ai pirati, ed ha risposto: "No, mi è già passato!" Questa è una nuova espressione con l’uso dello slang.

2° giorno: in estate sono veramente migliorate le capacità motorie (ha fatto esercizi con perline). Rispetto all’anno scorso, è autonomo al 75% dopo la scuola, e l’anno scorso era autonomo al 50%. Ha detto: "Non vedo l'ora di raccontare a mia mamma e al nuovo insegnante (stagista) sulla scuola." Ed ha raccontato quando è tornato a casa. In precedenza, raramente mi ha detto qualcosa sulla scuola.

G. non dimostra nemmeno un comportamento di ricerca d’attenzione, il ché era solito l'anno scorso.

6° giorno: G. ha più fiducia nelle proprie abilità culinarie ed assume più iniziativa per rispondere alle domande in modo autonomo ed prestare assistenza nei lavori in classe (e non è necessario incoraggiarlo a farlo! L’anno scorso doveva essere fortemente stimolato per farlo.)

10° giorno: L'anno scorso, nel 80% dei casi era necessario ricordare a G. di alzare la mano per rispondere alla domanda alla lezione di musica. Quest'anno nel 100% dei casi lo fa da solo.

15 settembre: Questo giorno abbiamo fatto esame per vedere il livello di abilità di dattilografia. Le parole di base erano «Mum», «Dad» e «G.». A G. è stato facile ricordare l'ortografia di ogni parola, ma gli era difficile seguire la tastiera. Dopo 2 cicli di formazione metteva non 10, mai 3-5 secondi per digitare le parole, abbiamo anche introdotto una nuova parola-bersaglio per lui - il nome di una sorella, il quale è stato subito in grado di stampare, e gli esperti dicono che questo è un risultato meraviglioso per G .

Potrei continuare, ma credo che avete capito la tendenza. G. ha sempre bisogno di essere aiutato a scuola, ma ha ovviamente cambiato dopo il trattamento con cellule staminali. A scuola dicono che il suo vocabolario si è arrichito, è più attento, manifesta più interesse, mentre solo 4 mesi sono passati dopo il trattamento.

Siamo così soddisfatti dei risultati, mi potete credere. Avete una squadra meravigliosa.

G. chiede spesso: "Mamma, quando torniamo in Ucraina?"

Con tanto amore,

S.O., mamma fiera di G.

Fetal stem cells treatment results depend on: disease's severity, age of the patient, adherence for the medications and regime. Treatment results, presented on this site, are individual for each clinical case.